Live Journal > Storia della moda: Patchwork Missoni

Nel marzo 1971  in occasione di una speciale sfilata di moda a Cortina d'Ampezzo, Rosita Missoni crea una collezione après-ski di 8 completi, commissionando a Ottavio delle composizioni patchwork.

La tecnica, allora in sperimentazione, consiste nell'assemblare piccoli ritagli avanzati dalla produzione, creando nuovi tessuti dall'aspetto caleidoscopico. Per i Missoni è un evento storico. La sfilata riscuote un notevole successo e i patchwork Missoni diventano presto molto popolari anche per l'uomo, fino ad affermarsi come una delle caratteristiche del marchio.

Partendo da questo episodio, Ottavio Missoni, lavorando con questa tecnica, inizia la sua personale ricerca artistica che nell'autunno 1981 lo porta a inaugurare la sua prima mostra personale di Arazzi patchwork presso la galleria d'arte Al Naviglio di Milano.