Live Journal > GINGER ISLAND Performance, live media e sperimentazioni sonore

Museo MAGA

10 ottobre 2015, dalle 18.30 alle 23.00

Ingresso gratuito




In occasione della:

XI Giornata del contemporanea AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea italiani)




FLUXMUSIC Gianni Emilio Simonetti




UNTITLED NOISE  Luca Scarabelli, Michele Lombardelli




KING TONGUE Gino Lucente, Michele Robecchi, Bruno Cover




ABOVE THE TREE (Marco Bernacchia) + DRUM ENSEMBLE DU BEAT




DJ UNIVERSAL FREQUENCY Enrico Boccioletti




Ginger Island è un luogo geografico esotico e lontano ed è il titolo dell’evento del MA*GA in programma per la Giornata del Contemporaneo dei Musei AMACI (Associazione dei Musei di Arte Contemporanea italiani) sabato 10 ottobre 2015.

Il MA*GA da sempre aderisce a questa iniziativa nazionale con l’intento di porre all’attenzione del pubblico forme artistiche e linguaggi espressivi che non conoscono confine di genere, ipotizzano una nuova definizione dell’oggetto artistico e pongono l’accento su un’idea di arte come esperienza diretta.

La giornata del contemporaneo al MA*GA invita le persone ad avere un rapporto confidenziale con l’istituzione e con le ricerche artistiche del nostro tempo.

Ginger Island dà spazio al volto inedito del mondo dell’arte, al suo lato fluido e non convenzionale, la programmazione musicale presenterà i concerti di artisti e protagonisti della scena artistica contemporanea che, senza alcuna volontà di distinguere nominalmente le espressioni della creatività, da sempre coltivano la musica e la sperimentazione sonora nel mondo delle arti visive.

Ginger Island si riferisce volontariamente al progetto di George Maciunas del 1969 di appropriarsi dell’isola in vendita nell’arcipelago delle isole vergini dei Caraibi, per offrire agli artisti Fluxus uno spazio d’azione e di vita incontaminato e distante dalla geografia economica e politica dell’arte ufficiale. Maciunas pensava e disegnava per l’isola uno sviluppo urbano che ricordasse la griglia di Manhattan, incrociando così una mappa a maglia ortogonale, a scacchiera, con un territorio vergine e inabitato dove sarebbe così potuta sorgere la comunità degli artisti.

La sovrapposizione tra lo schema urbanistico, efficiente e organizzato e la configurazione naturale e incontaminata dell’isola è anche una sovrapposizione concettuale tra due dimensioni dell’arte, quella più ufficiale e quella che, pur “abitando” nelle maglie e nelle dinamiche della prima, sembra mantenere le radici in un terreno indomito e originario.

Ginger Island al MA*GA è una serata di azioni sonore che costringono l’inclinazione dello sguardo rispetto all’orizzonte delle arte visive e muovono il punto di vista oltre le coltri delle discipline. Ginger Island trasforma lo spazio del MA*GA in un luogo utopico e aperto, generatore di visioni e dislocazioni nel territorio dell’arte e della creatività.

Nello stesso giorno ad apertura dell’evento alle ore 17.30 è prevista una visita guidata gratuita aperta al pubblico (fino a esaurimento posti) alla mostra Missoni, l’arte, il colore.







GINGER ISLAND

Performance, live media e sperimentazioni sonore

10 ottobre 2015, dalle 18.30 alle 23.00




Museo MAGA

Via Egidio de Magri 1/ Gallarate

Ingresso gratuito




Ad apertura dell’evento alle ore 17.30 visita guidata gratuita alla mostra (fino a esaurimento posti)